Lampedusa 2019 con Amnesty International: campo di attivazione per i diritti umani

24 – 31 agosto 2019 | Secondo Unhcr e Oim, il Mediterraneo è la rotta migratoria più letale al mondo. Il nostro mare rimane ancora oggi il simbolo dei flussi migratori di questi anni, e Lampedusa continua a rappresentare una ferita aperta, un interrogativo, una sirena che richiama tragedie ma anche commoventi momenti di accoglienza e solidarietà.

Anche quest’anno, torniamo a Lampedusa per offrire l’opportunità ai partecipanti non solo di conoscere meglio e più da vicino le dinamiche di accoglienza e protezione in Italia, ma anche di indagare le vite vissute oggi sulle altre sponde del Mare Nostro.

Anche quest’anno, i momenti formativi saranno integrati dalle testimonianze di chi vive l’isola nella complessità di tutti i giorni.

E anche quest’anno, a rendere più piacevole la nostra settimana di formazione per l’attivazione, sarà presente la cucina di Lorenzo Leonetti, chef del Grandma Bistrot.

Attenzione. Coerentemente con la mission di Amnesty International, il campo non si pone tra i suoi obiettivi quello dell’assistenza umanitaria diretta ai migranti essendo un campo di attivismo e non di volontariato o di lavoro. Quindi non si andranno né a soccorrere né ad “aiutare” i migranti.

Quota di iscrizione: a partire da 395 euro esclusa quota associativa. La quota varia in base all’alloggio scelto (tenda o bungalow). Le iscrizioni proseguono fino a esaurimento posti.

Cosa comprende la quota di iscrizione? La quota di iscrizione comprende tessera associativa, vitto, alloggio e costi di trasferimento dall’aeroporto di Lampedusa al camping “La roccia”.

Per maggiori informazioni clicca QUI

Condividi:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi